All’ombra del Padre

All’ombra del Padre

Mercoledì delle Ceneri
Gl 2,12-18   Sal 50   2Cor 5,20-6,2   Mt 6,1-6.16-18

Oggi iniziamo la Quaresima, tempo di preparazione alla Pasqua ed è proprio alla luce della Pasqua che troviamo il senso di questo tempo di conversione. È infatti la certezza della gioia che sgorga dal Mistero di passione, morte e risurrezione di Gesù che ci spinge a lacerare il cuore, a vivere con un nuovo slancio preghiera, digiuno ed elemosina. Tutta la liturgia oggi è attraversata dall’invito urgente e pressante a cogliere il “momento favorevole” per riprendere in mano la nostra vita e orientarla nell’unica direzione bella, buona e vera: Dio. E Gesù nel Vangelo ci ricorda che il luogo della conversione è il cuore: nell’intimità vissuta alla presenza di Dio, nell’umiltà, nell’amore agli altri donato nel silenzio. Il nostro cuore è il “luogo” della lotta per convertirci, sempre sostenuti e guidati dalla presenza del Padre che vede nel segreto ed è sempre proteso a darci la Sua ricompensa.

Oggi non indurite il vostro cuore, ma ascoltate la voce del Signore.

Dalla Lettera ai Fedeli [FF 178/1-178/2] Tutti coloro che amano il Signore con tutto il cuore, tutta l’anima e la mente, con tutta la forza e amano i loro prossimi come se stessi, e hanno in odio i loro corpi con i vizi e i peccati, e ricevono il corpo e il sangue del Signore nostro Gesù Cristo, e fanno frutti degni di penitenza. Oh, come sono beati e benedetti quelli e quelle, quando fanno tali cose e perseverano in esse; perché riposerà su di essi lo Spirito del Signore, e farà presso di loro la sua abitazione e dimora.