Colui che insegna e ricorda

Lunedì V Settimana di Pasqua
At 14,5-18     Sal 113    Gv 14,21-26

Oggi il Signore Gesù ci parla dell’amore suo e del Padre per ciascuno di noi. Ci dice un modo certo e sicuro per entrare in questo amore infinito e altissimo: mettendo in pratica la sua Parola. L’amore divino, così profondo, così alto, è anche qualcosa di estremamente concreto, semplice, quotidiano: se custodiamo e viviamo il Vangelo nella vita di ogni giorno, entriamo pian piano in questo amore e questo amore entra in noi. Abbiamo poi un aiuto infallibile che ci insegna i passi da fare e ci aiuta a fare memoria delle parole del Signore Gesù: è il dono dello Spirito Santo, da invocare con fede, spesso nelle nostre giornate. Lo Spirito ci sorprende con la sua forza, ci insegna ogni cosa e ci ricorda ciò che Gesù ci ha detto.

Spirito Santo, vieni, spalanca la mente e il cuore, insegnaci e ricordaci ciò che il Padre vuole che noi facciamo.

Dalla Lettera a tutto l’Ordine [FF 233]

Onnipotente, eterno, giusto e misericordioso Iddio, concedi a noi miseri di fare, per tuo amore, ciò che sappiamo che tu vuoi, e di volere sempre ciò che a te piace, affinché, interiormente purificati, interiormente illuminati e accesi dal fuoco dello Spirito Santo, possiamo seguire le orme del tuo Figlio diletto, il Signore nostro Gesù Cristo, e con l’aiuto della tua sola grazia, giungere a te, o Altissimo, che nella Trinità perfetta e nell’Unità semplice, vivi e regni e sei glorificato, Dio onnipotente per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Parola del Giorno