Seguire il Maestro

Seguire il Maestro

Sabato XV Settimana Tempo Ordinario
Mi2,1-5     Sal9     Mt 12,14-21

I farisei decidono di uccidere Gesù dopo che Egli aveva guarito l’uomo dalla mano inferma. Questo crea scandalo per i farisei, quindi una maggiore divisione dalla loro legge, dalla loro visione. Gesù si allontana dai farisei e la gente lo segue perché ha fiducia in Lui e Gesù compie molte guarigioni. La gente si sente accolta da Gesù, quell’accoglienza che non hanno trovato presso i farisei dai quali si sentono scartati. Il Signore esaudisce le loro richieste perché sa cosa c’è nel loro cuore. Seguire il maestro era anche rischioso perché la gente si esponeva ad essere accusata dalle autorità religiose. Gesù, nonostante sia minacciato, continua la sua missione con discrezione, senza far rumore, nella semplice quotidianità annuncia la misericordia del Padre. Anche per noi seguire Gesù impegna, richiede coraggio, in Lui è la vera via che porta alla vera vita.

Signore Gesù, donaci di seguirti secondo il tuo volere.

Dalla Vita prima di Tommaso da Celano [FF 433] I fedeli gli portavano pani da benedire e li conservavano a lungo perché, cibandosene, guarivano da diverse malattie. Sovente, spinti dalla grande fede, gli tagliuzzavano perfino la tonaca, così che a volte il santo uomo restava quasi nudo. E, cosa più mirabile, qualche oggetto toccato dalla mano del santo padre risanava alcuni infermi.

 

La Parola del giorno