Vieni! Seguimi!

Vieni! Seguimi!

Lunedì XX Settimana del Tempo ordinario
Ez 24,15-24   Dt 32,18-21   Mt 19,16-22
San Bernardo, Memoria

Il giovane del Vangelo desidera “avere la vita”, Gesù gli insegna come “entrare nella vita”. Il giovane vuole sapere “cosa fare di buono”. Gesù insegna che buono è solo Dio. La perfezione sta nel riconoscere che niente di ciò che possediamo, niente di ciò che sappiamo, niente di ciò che facciamo ci arricchisce o ci rende buoni. Solo Dio è buono. Solo Lui è la nostra ricchezza. Solo la conoscenza di Lui ci rende sapienti. Solo il lasciarci amare da Lui ci insegna la perfezione dell’amore che fa entrare nella vita vera.
Il giovane ricco desidera vivere per sempre con le sue “povere” ricchezze. Gesù gli risponde allargando quel desiderio a orizzonti impensabili: avere un tesoro nel cielo.
Dietro al Signore i nostri desideri di vita, di pienezza, di bene…vengono dilatati fino alla misura di Dio. Andiamo! SeguiamoLo!

Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli

Dalle Lodi di Dio Altissimo [FF 261] Tu sei il bene, ogni bene, il sommo bene, Signore Dio vivo e vero.
Tu sei amore e carità, Tu sei sapienza,
Tu sei umiltà, Tu sei pazienza,
Tu sei bellezza, Tu sei sicurezza, Tu sei quiete.
Tu sei gaudio e letizia, Tu sei la nostra speranza,
Tu sei giustizia e temperanza,
Tu sei tutto, ricchezza nostra a sufficienza.

 

La Parola del giorno