Giusti, cioè fedeli

Giusti, cioè fedeli

Lunedì XI Settimana del Tempo Ordinario
2Cor 6,1-10    Sal 97      Mt 5,38-42

Mettere sempre al primo posto il bene dell’altro, anche quando l’altro è malvagio, anche se questo significa perdere qualcosa di nostro. Questa è la giustizia che ci chiede Gesù, giustizia che significa obbedienza e fedeltà alla volontà di Dio. Questa è la giustizia che Gesù ha vissuto fino alla fine, fino alla Croce ed è la giustizia che possiamo vivere se accogliamo la grazia che Dio vuole donarci.
Rimanendo fedeli alla Sua volontà, nella lotta con noi stessi per mettere il bene dell’altro prima del nostro, anche noi come San Paolo, viviamo “come puniti ma non uccisi; come afflitti ma sempre lieti; come poveri, ma capaci di arricchire molti; come gente che non ha nulla e invece possediamo tutto”.
Questa è la giustizia che il Signore ci ha rivelato, la giustizia che ci fa partecipare alla vittoria di Dio, alla Sua gloria.

Signore, Tu ci hai rivelato la tua giustizia, donaci di essere fedeli a Te!

Dall’Orazione sul Padre Nostro [FF 273]
Quello che noi non rimettiamo pienamente, tu, Signore, fa’ che pienamente perdoniamo, cosicché, per amor tuo, amiamo sinceramente i nemici e devotamente intercediamo per loro presso di te, non rendendo a nessuno male per male e impegnandoci in te ad essere di giovamento in ogni cosa.

La Parola del Giorno