Più chiaro di così…

Più chiaro di così...

Martedì X settimana del Tempo Ordinario
2Cor 8,1-9   Sal 145   Mt 5,43-48

Le letture di oggi possiedono una grande chiarezza. “Ma io vi dico”, dice Gesù: “amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano”. Indicazioni chiare e senza possibilità di fraintendere. Gesù si fida di noi per chiederci questa risposta impegnativa, è chiaro anche nel suo: “ma io vi dico”.
Ci dice cioè di cambiare il modo di ragionare, di chiedere il dono dello Spirito che fa ribaltare i nostri piccoli schemi umani, i nostri egoismi spesso mascherati da tanti buoni motivi. Gesù sa che i suoi pensieri non sono immediatamente i nostri, sa che abbiamo bisogno di lui e ci incoraggia sempre.
Lo fa oggi anche attraverso la lettera di San Paolo che vuole renderci nota la grazia di Dio donata alla chiesa di Macedonia. Questa grazia è la ricchezza della generosità delle persone di questa chiesa che “hanno dato al di là dei loro mezzi”. E hanno potuto fare questo gesto così difficile perché hanno riconosciuto che tutto ciò che hanno viene da Dio e che, donando tutto, con lo slancio dell’amore gratuito, ricevono ancora di più da Dio.

Loda il Signore, anima mia: loderò il Signore finché ho vita, canterò inni al mio Dio finché esisto.

Dalla Lettera a un Ministro [FF 235]
E se, in seguito, [il frate che ha peccato] mille volte peccasse davanti ai tuoi occhi, amalo più di me per questo: che tu possa attirarlo al Signore, e abbi sempre misericordia di tali fratelli. E notifica ai guardiani, quando potrai, che da parte tua sei deciso a fare così.

La Parola del Giorno