Spirito che ri-crea

Spirito che ri-crea

Lunedì II Settimana di Pasqua
At 4,23-31 Sal 2 Gv 3,1-8

Possono sembrarci impossibili e lontane da noi le parole di Gesù a Nicodemo. Sentiamo nostra l’obiezione: come può un uomo rinascere quando è vecchio? Potremmo chiederci: come può la mia vita cambiare, se questa è la mia storia, questi i fatti che mi sono accaduti, questi i miei limiti? Eppure Gesù ci dona il suo Spirito che davvero ha il potere di fare nuove tutte le cose. L’ esperienza dei discepoli ci testimonia proprio questo: erano stati incapaci di restare accanto a Gesù nel momento della Sua passione, ma ora non hanno più paura. Lo Spirito Santo da loro la luce per leggere in ogni cosa che è accaduta il disegno provvidente del Padre. E i discepoli ora hanno il coraggio di “proclamare la parola di Dio con franchezza”, perché non confidano più in loro stessi ma nella potenza del Padre che stende la sua mano.
Anche per noi è questa l’unica via per entrare davvero nella gioia del Regno di Dio, la gioia di questo tempo pasquale, ed è una via possibile da percorrere: abbandonarci all’amore del Padre e lasciarci illuminare e ri-creare dallo Spirito che da la vita.

Se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo seduto alla destra di Dio

Dalla Lettera a tutto l’Ordine [FF 233]

Onnipotente, eterno, giusto e misericordioso Iddio, concedi a noi miseri di fare, per tuo amore, ciò che sappiamo che tu vuoi, e di volere sempre ciò che a te piace, affinché, interiormente purificati, interiormente illuminati e accesi dal fuoco dello Spirito Santo, possiamo seguire le orme del tuo Figlio diletto, il Signore nostro Gesù Cristo.

Parola del Giorno