Regali costosi

Regali costosi

Giovedì della XX Settimana del Tempo Ordinario
Gdc 11,29-39   Sal 39   Mt 22,1-14

Il voto di Iefte ci rivela l’idea che, in quel tempo, l’uomo aveva di Dio, e anche del modo con cui era solito manifestargli riconoscenza. Per guadagnarsi il suo favore, infatti, bisognava fare regali costosi…. molto costosi. Gesù ha donato la sua vita per farci capire che questo non è il vero volto di Dio. Ci ha mostrato un Dio che non vuole offerte né sacrifici, ma vuole per noi la vita. Vuole talmente la vita che manifesta sé stesso come uno sposo, il suo regno come una festa di nozze. E cosa c’è di più vitale di un banchetto di nozze, dove si celebra l’intimità e l’amore? Il banchetto è preparato da tempo, con grande cura, con trepidazione. Curioso che a questa festa siamo proprio noi a declinare l’invito. Forse proprio perché siamo tristemente abituati all’idea di un Dio che attende sacrifici. Lasciamoci invece attrarre dal Signore che è lo Sposo, che non vede l’ora di poterci accogliere e stare con noi.

Dio della vita e della tenerezza, attiraci a te.

Dalla Lettera ai Fedeli [FF 200] Oh, come è glorioso e santo e grande avere nei cieli un Padre! Oh, come è santo, consolante, bello e ammirabile avere un tale Sposo!

La Parola del Giorno