Ecco, ora! 

Ecco, ora! 

Mercoledì delle Ceneri
Gl 2,12-18 Sal 50 2Cor 5,20-6,2 Mt 6,1-6.16-18 

Lasciatevi riconciliare con Dioquesto è il momento favorevole, ci esorta  San Paolo. C’è un ritorno, una riconciliazione da intraprendere con Dio. Da parte nostra, è sempre “ora” il momento migliore per farlo. La  Quaresima si presenta oggi a noi proprio come un momento da cogliere  al volo. Un’opportunità per noi stessi e, come ambasciatori, in favore di  molti altri che stanno cercando la pace. Riconciliatevi! Il verbo che Paolo  sceglie per esortare i fratelli di Corinto, non è tanto quello di un servo che ritorna a sottomettersi al suo padrone. Ma i sentimenti, i gesti, le  parole della sposa che si riavvicina al suo sposo dopo una lite, o  addirittura un tradimento. Ecco la relazione che il Signore Gesù  vorrebbe con noi, un rapporto stretto, di amore, di sincerità, di dedizione reciproca. Con quali sentimenti, gesti, parole voglio oggi  ritornare al Signore? 

Insegnaci, Signore, a riconciliarci con Te, perché questa è l’unica fonte di  gioia e consolazione. 

Dalla Vita seconda di Tommaso da Celano [FF 682]

Un giorno ritornava da Roma sotto una pioggia incessante: discese dal  cavallo per dire l’Ufficio e fermatosi ritto in piedi per lungo tempo, si  bagnò tutto. Ripeteva: «Se il corpo mangia tranquillo il suo cibo,  destinato ad essere con lui pasto di vermi, con quanta pace e tranquillità  l’anima deve prendere il suo cibo, che è il suo Dio!».

Parola del Giorno