Senza perderci

Senza perderci

Venerdì X Settimana del Tempo Ordinario
Dt 7,6-11 Sal 102 1Gv 4,7-16 Mt 11,25-30
Sacratissimo Cuore di Gesù

Dio è amore; chi rimane nell’amore rimane in Dio e Dio rimane in lui. Chi può rimanere? Solo chi è piccolo. Essere piccolo significa scegliere di stare nella nostra storia, nella nostra quotidianità e nelle nostre debolezze con umiltà. Con umiltà Gesù ci invita a portare l’unico giogo che diventa dolce e leggero, cioè il suo. Il suo giogo ci conduce nel cammino senza farci perdere. Così lungo la strada possiamo trovare il suo Amore che da ristoro e pace, e poterlo così ridonare ai fratelli.

Signore donaci il tuo Spirito per riconosce il Tuo giogo, e non altri.

Da Regole ed esortazioni [FF 140] Io, frate Francesco piccolino, voglio seguire la vita e la povertà dell’altissimo Signore nostro Gesù Cristo e della sua santissima
Madre e perseverare in essa sino alla fine. E prego voi, mie signore, e vi consiglio che viviate sempre in questa santissima vita e
povertà. E guardate con grande cura di non allontanarvi mai da essa, in perpetuo e in nessuna maniera, per insegnamento o
consiglio di alcuno.

La Parola del Giorno