L’essenziale che viene

L'essenziale che viene

Sabato II Settimana di Avvento
Sir 48,1-4.9-11 Sal 79 Mt 17,10-13

Ogni profeta incontra tante resistenze nell’annunciare una verità. Forse capita anche a noi di capire l’importanza di qualcosa o di qualcuno solo dopo del tempo, dopo aver posto una certa resistenza ad una verità, semmai, un po’ scomoda. Eppure a volte basterebbe essere più semplici, più umili, più leali, per accorgerci che il Signore visita la nostra vita attraverso cose semplici. Siamo inclini a cercare effetti speciali, senza accorgerci di quanta bellezza ci sia nelle piccole cose che ci parlano senza gridare. Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto. La verità che cerchiamo è nel presente, davanti ai nostri occhi. Cosa oggi mi impedisce di scorgere nelle cose ordinarie, l’essenziale del Signore Gesù che viene?

Donaci Signore, di riconoscere il tuo cuore rivolto verso di noi.

Dalla Quarta lettera di Santa Chiara ad Agnese [FF 2905-2906] Lasciati dunque accendere sempre più fortemente da questo ardore di carità, o regina del Re celeste! Contemplando ancora le indicibili sue delizie, ricchezze e onori eterni e sospirando per l’eccessivo desiderio e amore del cuore, grida: Attirami dietro a te, correremo al profumo dei tuoi unguenti, o sposo celeste!

La Parola del Giorno