Perdonare e dare

Perdonare e dare

Lunedì II Settimana di Quaresima
Dn 9,4b-10 Sal 79 Lc 6,36-38

Perdonare è continuare a vedere l’altro come un fratello e riprendere la relazione sempre da lì, proprio come il Padre che ci guarda sempre come figli. Possiamo perdonare non perché siamo capaci ma in forza dell’amore che riceviamo. Così, solo nella misura in cui riconosciamo che anche noi siamo sempre bisognosi di perdono, possiamo usare misericordia con l’altro.
E proprio perché nella misura in cui riceviamo da Dio possiamo dare ai fratelli, così nella misura in cui diamo riceveremo da Dio. 

Aiutaci Signore, a riconoscere la misura smisurata del tuo amore per noi e con la gratitudine nel cuore andare incontro ai fratelli.

Dalla Lettera a un ministro [FF 235]

In questo voglio conoscere se tu ami il Signore e ami me servo suo e tuo, se farai questo, e cioè: che non ci sia mai alcun frate al mondo, che abbia peccato quanto poteva peccare, il quale, dopo aver visto i tuoi occhi, se ne torni via senza il tuo perdono misericordioso, se egli lo chiede; e se non chiedesse misericordia, chiedi tu a lui se vuole misericordia.
E se, in seguito, mille volte peccasse davanti ai tuoi occhi, amalo più di me per questo: che tu possa attrarlo al Signore.

Parola del Giorno