Mi rimetto in piedi

Mi rimetto in piedi

Quale vantaggio dalla Pasqua? #1


⇒La Parola della Domenica di Pasqua


Dentro la Parola
Nel buio che avvolge il sepolcro – e forse anche i loro cuori – Pietro e Giovanni entrano e vedono i teli “coricati”. Così si sentono anche loro davanti al ricordo della morte di Gesù. La tomba vuota, però, accende nel cuore di Giovanni la fede, una luce nuova che lo riporta “a casa”: rientra in sé, fa memoria delle Parole del Signore e si rimette in piedi! Questo non toglierà la sofferenza per la perdita di Gesù, maestro e amico, ma ora entrambi sanno che la Gloria di Dio ha sconfitto la morte. È tempo di prepararsi all’Annuncio! 


L’esperienza di san Francesco
[Fonti Francescane 1248] Piangevano i figli, che perdevano un padre così amabile; eppure si sentivano invadere da grande letizia, allorché baciavano in lui i contrassegni del sommo Re. Quel miracolo così nuovo trasformava il pianto in giubilo e trascinava l’intelletto dall’indagine allo stupore. Per chi guardava, lo spettacolo così insolito e così insigne era consolidamento della fede, incitamento all’amore. 


Per pregare
Signore, desidero vedere come la tua Luce stia illuminando la mia vita oggi e rimettermi in piedi.


Una foto: le Grotte di Batu in Malesia
Grotte calcaree incastonate in una verde montagna, accanto al fiume Batu. Meta di turismo religioso per i coloratissimi templi induisti che ospitano al loro interno.


Una canzone: ⇒Fix you dei Coldplay
“Fix you” letteralmente “aggiustarti”, o meglio “ cura di te” “consolarti”.


Una scena del film “The Passion”

La Resurrezione non toglie i segni del dolore, ma li attraversa per aprire alla vita nuova.


Hai un commento, una domanda, una condivisione…? Scrivici a sorelleperigiovani@gmail.com