Non l’hanno riconosciuto

Non l'hanno riconosciuto

Sabato II Settimana di Avvento
Sir 48,1-4.9-11       Sal 79      Mt 17,10-13

Possiamo cogliere nel Vangelo una provocazione: noi siamo capaci di riconoscere Colui che viene?
Gli scribi aspettavano Elia, ma non poteva venire se non nel modo in cui loro credevano. E così, quando venne Giovanni ad annunciare Gesù, non lo riconobbero. Giovanni gridava la verità e senza temere richiamava tutti alla conversione. Troppo scomodo credere che fosse lui l’Elia atteso. E così Giovanni fu rifiutato e come lui anche Gesù, annunciato come Messia.
Lasciamoci penetrare da questa Parola, lasciamo che provochi i nostri cuori perché si aprano ad accogliere Gesù così com’è, in tutta la sua verità, per non correre il rischio di vederlo passare accanto a noi, di incontrarlo nelle nostre quotidianità, senza riconoscerlo.

Prepariamo la via del Signore, raddrizziamo i nostri sentieri, per vedere la salvezza di Dio.

Dalle Ammonizioni di San Francesco [FF 155]
Guardiamo con attenzione, fratelli tutti, il buon pastore, che per salvare le sue pecore sostenne la passione della croce. Le pecore del Signore l’hanno seguito nella tribolazione e nella persecuzione, nella vergogna e nella fame, nell’infermità e nella tentazione e in altre simili cose, e per questo hanno ricevuto dal Signore la vita eterna.

La Parola del giorno