Uno in Te

Uno in Te

Sabato V Settimana  Tempo di Quaresima
Ez 37,21-28   Ger 31,10-12b.13    Gv 11,45-56

Un sommo sacerdote profetizza, senza saperlo, una verità decisiva: la vita di Gesù offerta per amore. Caifa, nella sua ottica limitata, pensa ai suoi interessi, al suo popolo, a difendersi dai Romani. Ma, inconsapevolmente, preannuncia la nostra salvezza: un solo uomo, che è il Messia, il Figlio di Dio, donerà la sua vita per la salvezza di ogni figlio di Dio disperso. È duplice il dono della vita di Gesù. Il suo sacrificio salverà ogni uomo. Ma al tempo stesso, con la sua croce, unirà i figli di Dio in un solo corpo. Questa duplice azione avviene anche nella nostra vita personale se, docili e disponibili, ci apriamo all’azione dello Spirito. Il sacrificio d’amore del Signore Gesù, infatti, salva la nostra vita dalla morte. Ma al tempo stesso, ci unisce in comunione di fede con i fratelli, formando di noi un solo corpo.

“Padre santo, custodisci nel tuo nome coloro che mi hai dato, perché siano una cosa sola, come noi” (Gv 17,11).

Dalla Vita seconda di Tommaso da Celano [FF 758]
La forza dell’amore aveva reso Francesco fratello di tutte le altre creature; non è quindi meraviglia se la carità di Cristo lo rendeva ancora più fratello di quanti sono insigniti dell’immagine del Creatore. Diceva infatti che niente è più importante della salvezza delle anime, e lo provava molto spesso col fatto che l’Unigenito di Dio si è degnato di essere appeso alla croce per le anime.

La Parola del Giorno