Sabbia o roccia?

Sabbia o roccia?

Giovedì I Settimana di Avvento
Is 26,1-6 Sal 117 Mt 7,21.24-27

Signore, Signore … è l’invocazione di chi riconosce Gesù come il suo re, il suo tutto, colui che salva! Questa invocazione, però, seppur alta, prende vita in noi quando mettiamo in pratica ciò che il Signore ci dice, proprio perché desidera essere il nostro tutto.
Invocazione e azione ci introducono nella via Buona del Vangelo, ci permettono di scegliere e di crescere nel vivere pienamente la vita. Il Vangelo parla della casa per farci capire che siamo “edificabili”, che siamo cioè chiamati, per natura e per Grazia, a costruirci. Sabbia o roccia? Dubbio o fiducia? Scegliamo il terreno adatto su cui edificare la nostra vita, scegliamo sempre la Parola di Dio e chiediamo di saper essere vigilanti e sapienti per essere saldi!

Signore Gesù, ti chiediamo ti saperti così annunciare, perché questa è la nostra esperienza: “Confidate nel Signore sempre, perché il Signore è una roccia eterna”.

Dalla Regola non bollata [FF 61]
E sempre costruiamo in noi una casa e una dimora permanente a Lui, che è il Signore Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.

Parola del Giorno