Luce e Parola

Luce e Parola

Lunedì 6 Gennaio, Epifania del Signore
Is 60,1-6 Sal 71 Ef 3,2-3.5-6 Mt 2,1-12

C’è un grande movimento nelle letture di oggi. Nel brano di Isaia troviamo i verbi alzarsi, camminare, radunarsi, venire…e il vangelo narra del cammino dei Magi, venuti dall’oriente per adorare Gesù. Essi si incamminano seguendo il desiderio di senso e di verità che il Signore ha messo nel loro cuore – la stella – e lungo il cammino ricevono un’altra guida, la Parola di Dio, che attraverso i sacerdoti e gli scribi, indica ai Magi di proseguire il cammino verso Betlemme.
La presenza di Gesù in mezzo a noi ha una forza così grande che tutti gli uomini sono attratti dalla sua luce. Mettiamoci e rimettiamoci in cammino, per gustare anche noi quella “gioia grandissima” che provarono i Magi nel raggiungere la mèta del loro cammino.

Abbiamo visto spuntare la Tua stella e siamo venuti ad adorarti Signore Gesù

Dalla Vita Prima di Tommaso da Celano [FF 469]
E giunge il giorno della letizia, il tempo dell’esultanza! Per l’occasione sono qui convocati frati da varie parti; uomini e donne del territorio preparano festanti, ciascuno secondo le sue possibilità, ceri e fiaccole per rischiarare quella notte, che illuminò con il suo astro scintillante tutti i giorni e i tempi.
Arriva alla fine il santo di Dio e, trovando che tutto è stato predisposto, vede e se ne rallegra […]. Greccio è divenuto come una nuova Betlemme. Questa notte è chiara come pieno giorno e deliziosa per gli uomini e per gli animali! La gente accorre e si allieta di un gaudio mai assaporato prima, davanti al rinnovato mistero […]. Cantano i frati le debite lodi al Signore, e la notte sembra tutta un sussulto di gioia.

Parola del Giorno