Andiamo a vedere!

Andiamo a vedere!

Mercoledì, feria propria dell’8 gennaio
1Gv 4,7-10    Sal 71    Mc 6,34-44

Gesù sovverte la nostra logica umana. Ci introduce nella logica del dono. È la logica di chi si lascia sfamare dalla misericordia di Dio e sa restituire tutto questo bene al prossimo. I discepoli vedono la folla stanca, ma risolverebbero la situazione con un congedo sbrigativo, mandando tutti a comprarsi il pane. Il Maestro Gesù invece li coinvolge nel suo progetto di amore. Invita loro a cercare soluzioni dentro di loro, piuttosto che fuori. Il pane comprato certamente placa la fame del corpo. Ma quello spezzato e condiviso, frutto dell’amore, è tutta un’altra cosa! Quieta la fame più profonda: fame di senso, di infinito, di perdono, di compassione, di amore. Una sazietà che solo il cuore di Dio più darci. Anche quando crediamo di non avere nulla da donare, il Signore ci invita ad andare a vedere dentro di noiDonando a piene mani, ci scopriremo già ricolmati di ogni bene e capaci di donare ancora di più.

Facci sperimentare, Signore, che c’è più gioia nel dare che nel ricevere.

Dalla Terza Lettera di Santa Chiara ad Agnese [FF 2889]
E lasciando completamente da parte tutte quelle cose che in questo mondo fallace e in quieto prendono al laccio i loro ciechi amanti, ama con tutta te stessa Colui che tutto si è donato per amor tuo.