Ricordare dimenticando

Ricordare dimenticando

Martedì VI Settimana del Tempo ordinario
Gc 1,12-18   Sal 93   Mc 8,14-21

I discepoli si sono dimenticati di prendere il pane e non si rendono conto che, discutendo fra loro, affermano una verità importante: abbiamo un solo pane. È vero, noi tutti abbiamo un solo pane che è Gesù eucaristia. È unico davvero, si lascia mangiare, umile come lui non c’è nessuno. Lui solo è il nostro Signore, il dono perfetto che viene dal Padre.
Noi spesso non capiamo e non intendiamo; come per i discepoli il nostro cuore si indurisce quando dimentica, o meglio quando ricorda dimenticando. Infatti i discepoli ricordano tutto: il numero dei pani, la folla, le ceste avanzate. Ma “dimenticano” di fidarsi di ciò che ricordano, mentre, nella vita spirituale, a luce ci raggiunge e ci orienta proprio attraverso il ricordo continuo dell’affidabilità di Dio.

Fra le preoccupazioni il tuo conforto ci allieta Signore, la tua fedeltà ci sostiene.

Dal Commento al Pater Noster [FF 271]
Il nostro pane quotidiano: il tuo Figlio diletto, il Signore nostro Gesù Cristo, dà a noi oggi: in memoria, comprensione e reverenza dell’amore che egli ebbe per noi e di tutto quello che per noi disse, fece e patì.

La Parola del Giorno