Cosa dobbiamo fare?

Cosa dobbiamo fare?

Lunedì III Settimana di Pasqua
At 6,8-15           Sal 118     Gv 6,22-29

Questi uomini che cercano Gesù hanno mangiato i pani ma non hanno visto i segni, cioè non hanno compreso il senso di ciò che è avvenuto. E così restano sul piano materiale, e cercano da Gesù una nuova regola da seguire chiedendo “Che cosa dobbiamo fare?”.
La novità bella portata da Gesù non è tanto un fare qualcosa di nuovo, è credere in Gesù! Vedere in Lui e nel mistero della sua vita donata per noi, il segno mandato dal Padre affinché noi ci riconosciamo figli amati. È questa l’unica vera opera da compiere per essere salvati: accogliere l’amore di Dio, accogliere la presenza di Gesù nella nostra vita, accogliere il suo abbassarsi per prendersi cura di noi. È Lui che sfama la nostra fame di essere amati, è Lui l’opera di Dio che deve compiersi.

Fa, o Signore, che impariamo a lasciarci amare da te.

 

Dalla Leggenda Maggiore di San Bonaventura [FF 1161] Al sentir nominare l’amore del Signore, subito [Francesco] si sentiva stimolato, colpito, infiammato: quel nome era per lui come il plettro di una voce esteriore, che gli faceva vibrare la corda interiore del cuore.

La Parola del Giorno