Mai un uomo ha parlato così

Mai un uomo ha parlato così

Sabato IV Settimana di Quaresima
Ger 11,18-20    Sal 7   Gv 7,40-53

Le parole e la vita di Gesù parlano in modo nuovo, annunciano un amore che è sempre più grande di quanto possiamo comprendere. Mai nessuno ha parlato così! Per questo non ci lascia indifferenti, per questo davanti a Lui sempre dobbiamo fare una scelta e rispondere personalmente anche noi alla domanda: “Chi è costui?”.
Perché fa parte del suo modo di parlare – e di amare! – il non imporsi, il lasciarci liberi. Per accogliere questa eterna novità dobbiamo lasciare spazio all’inquietudine che le sue parole creano in noi. Come Nicodemo, dobbiamo riconoscere di non sapere tutto; come le guardie, dobbiamo lasciare spazio allo stupore, come la gente semplice che circondava Gesù, dobbiamo avere un cuore umile. L’alternativa è restare fermi sulle nostre certezze, finendo per chiuderci sempre di più in noi stessi. Come la maggior parte dei farisei, che ostinati a non voler vedere, arrivano alla prepotenza e alla violenza, pur di non ammettere la loro ipocrisia e cecità.

Attiraci a Te, Signore! Donaci un cuore semplice che tema il tuo nome

Dalle Ammonizioni [FF 177] Dove è carità e sapienza,
ivi non è timore né ignoranza […].
Dove è quiete e meditazione,
ivi non è affanno né dissipazione.
Dove è il timore del Signore a custodire la sua casa,
ivi il nemico non può trovare via d’entrata.
Dove è misericordia e discrezione,
ivi non è superfluità né durezza.

 

La Parola del Giorno