Chi è mai questo re?

Chi è mai questo re?

Martedì III Settimana del Tempo Ordinario
2Sam 6,12-15.17-19   Sal 23   Mc 3,31-35

Cosa vuol dire cercare il Signore? Come si “cerca”? Oggi vediamo che Gesù è circondato da persone che vogliono ascoltarlo, conoscerlo. Lo cercano così. Anche Maria lo cerca, colei che ascolta, custodisce e mette in pratica la Parola. Davide, nella prima lettura, danza con tutte le forze davanti al Signore, lo cerca e lo celebra con la voce, con il corpo, cioè con tutto sé stesso: la sua è una gioia condivisa che coinvolge il popolo. Posso custodire oggi questa domanda: cosa vuol dire per me, oggi, cercare il Signore? Possono aiutarmi le parole del salmista: chi è mai questo re della gloria? (Sal 23)

Donaci, o Padre, l’umiltà di cercarti sempre.

Dalla Vita seconda di Tommaso da Celano  [FF 648] Insegnava a cercare nei libri la testimonianza del Signore, non il valore materiale; l’edificazione non la bellezza. In ogni caso voleva che se ne avessero pochi e fossero sempre a disposizione dei frati che ne avessero bisogno. Un ministro gli chiese licenza di tenere alcuni libri lussuosi e molto costosi. Si sentì rispondere: “Per i tuoi libri non voglio perdere il libro del Vangelo, che ho promesso di osservare. Tu farai come vorrai, ma non voglio che stendi un tranello con il mio permesso”.

La Parola del Giorno