Per ogni uomo, per tutto l’uomo

Per ogni uomo, per tutto l'uomo

Sabato V Settimana del Tempo Ordinario
1Re 12,26-32; 13,33-34         Sal 105    Mc 8,1-10

Il Signore Gesù è venuto a portare una salvezza concreta. Questo sottolinea il vangelo oggi, nel quale Marco racconta che per la seconda volta Gesù spezza i pani per la folla. In questo secondo evento, al contrario del primo, i destinatari non sono i Giudei ma i pagani, a indicare che Gesù è venuto davvero per tutti. Un’altra differenza sta nel fatto che non ci si trova vicino ai villaggi, ma in un luogo deserto. Per questo la gente, anche riuscendo a partire, non riuscirebbe a procurarsi qualcosa da mangiare. Ciò che muove Gesù a compiere il miracolo è dunque il bisogno concreto, materiale, di sfamarsi.
La salvezza portata da Gesù abbraccia tutta l’umanità e tutto l’uomo, in tutta la sua persona, spirito, anima e corpo.

Ti rendiamo grazie Signore, perché ci vuoi bene, e ti prendi cura di noi. Donaci di abbandonarci, fiduciosi, nelle tue mani.

Dalla Leggenda maggiore di San Bonaventura [FF 1080]
Alla Porziuncola vi era penuria di ogni cosa, ma, benché qualche volta vi convenisse una moltitudine di oltre cinquemila frati, non mancò mai l’aiuto della bontà divina, che procurava il sufficiente per tutti e a tutti concedeva salute del corpo e sovrabbondante gioia di spirito.

La Parola del Giorno